Thursday, April 25, 2013

Mercatino dell'antiquariato - Episodio 04

Camminare tra le vie del mercatino di Ueno (Tokyo), entrare in un negozio che vende macchine fotografiche analogiche e comprare una italianissima Ferrania Rondine...non ha prezzo! ...o si?

Benvenuti a questo episodio assolutamente speciale, in cui vi parlerò del mio ultimo acquisto analogico. Come avrete letto nei post precedenti, sono stato in Giappone, e ovviamente non ho potuto fare a meno di andare a Ueno, dove c'è un mercatino permanente (Ameyoko Market) veramente molto grande. Tra le vie del mercatino ci sono anche alcuni negozi che vendono macchine fotografiche analogiche. Uno di questi ha al suo interno materiale veramente di qualità assoluta (Hasselblad, Leica, Rolleiflex, Mamiya, Contax ecc) ma i prezzi sono decisamente proibitivi per le mie tasche. Ci sono stato l'anno scorso, e anche quest'anno, ma ho solo dato uno sguardo e sbavato qua e la senza comprare niente.

Mentre cercavo di ritrovare il negozio dove l'anno scorso ho comprato una Olympus Om-1, sono entrato in una viuzza laterale e cosa ti vedo? Un negozio con un'insegna recante vari marchi tipo Hasselblad, Rolleiflex ecc.

Il nome del negozio è Kikuya Camera Store e questo è il sito dove si può anche comprare online:

Questo negozio è frequentato anche da Bellamy Hunt, conosciutissimo dagli appassionati di macchine analogiche e collezionisti, per il suo blog japancamerahunter. In una sua breve recensione, lo considera un negozio molto carino, con personale gentile (confermo) e con un corredo di macchine Leica veramente notevole!

Ecco la stradina con il negozio e il cartello (è piccolino ma se ingrandite si riesce a leggere bene la scritta Hasselblad).

Ecco anche la mappa, con il percorso che porta dalla stazione di Ueno-Okachimachi al negozio, praticamente due passi!

Ovviamente mi ci sono fiondato dentro e, dopo uno sguardo ai pezzi più pregiati, mi sono soffermato su una bacheca con buone macchine a prezzi abbordabili. Subito mi è caduto l'occhio su una piccola macchina con le pelli color rosso bordeaux, scoprendo così che si trattava di una Ferrania! "E' mia!" ho pensato. Ho chiamato il negoziante che gentilmente l'ha tirata fuori dalla bacheca e l'ha poggiata sul tavolo per farmela provare. Dopo averla aperta, esaminata per bene e controllato il movimento dell'otturatore, il negoziante mi ha confermato il perfetto funzionamento della macchina, quindi non mi è rimasto altro da fare che comprarla! Il prezzo era di 18.900 Yen, ma visto che ho pagato in contanti ho ricevuto uno sconto di 900 Yen. Considerando che ho fatto il cambio Euro-Yen a 117, la macchina mi è costata circa 150 Euro. In teoria il valore della macchina sarebbe inferiore, sui 90 euro, ma visto che è molto rara, ho deciso di comprarla lo stesso.
Mentre pagavo, il negoziante mi ha chiesto da dove venivo, e quando gli ho detto che sono Italiano ha esclamato: "ahhh the mother country of this camera!"

Ed ecco finalmente una foto della Ferrania Rondine!




AHHHHH CHE SODDISFAZIONE!!! Andare in Giappone e comprare una macchina fotografica italiana, chi l'avrebbe mai immaginato :)
Post a Comment