Sunday, May 12, 2013

Giappone 2013: Tokyo Sky Tree

La mattinata dell'undicesimo giorno l'abbiamo passata praticamente tutta a poltrire nel letto. Avevamo in programma un giro dalle parti di Akihabara e Ueno, quindi ce la siamo presa comoda. Una volta preparati, siamo usciti e a "passo turistico" ci siamo diretti verso la metro. Una volta arrivati ad Akihabara, abbiamo fatto una camminata senza una meta ben precisa, fermandoci qua e la nei negozi che trovavamo interessanti. Durante il percorso abbiamo trovato anche una ragazza che stava facendo promozione a non so cosa, ma credo per conto di SEGA. Ovviamente ne abbiamo approfittato per farle qualche scatto e, con nostro stupore, ad un certo punto si è messa anche in posa e ci ha fatto un sorriso...ehhh...che giornata fortunata!




Finito il giro ad Akihabara ci siamo spostati a Ueno, perchè io volevo cercare un negozio dove comprare una macchina fotografica analogica. Alla fine mi sono portato a casa una Ferrania Rondine, veramente un gioiellino! Se volete saperne di più, qui ho scritto un resoconto dettagliato.

A quel punto io e Michele abbiamo deciso di spostarci qualche stazione più in la, per andare a visitare la nuovissima Tokyo Sky Tree, una torre che funge da antenna televisiva, alta 634 metri. Christian invece è tornato in appartamento per una sana doccia. Dopo quaranta minuti abbondanti sprecati tra coda per fare i biglietti, e coda per prendere gli ascensori, siamo saliti al primo osservatorio, che si trova a 350 metri di altezza. A quel punto abbiamo scoperto che per salire al secondo osservatorio a 450 metri di altezza, dovevamo pagare altri 1000 yen (ne avevamo già pagati 2000). Arrivati fino a li, non potevamo certo rinunciare e quindi abbiamo messo mano ai portafogli e siamo saliti ancora. Ecco le foto che ho scattato, con un pò di tremarella alle ginocchia!





Non so se vi siete resi conto, ma anche i palazzi più alti sembravano minuscoli, veramente impressionante!


Una volta scesi, con un super ritardo da perfetti italiani, siamo andati verso Shinbashi, per una cena assieme a dei giapponesi che avevano studiato italiano. La serata, neanche a dirlo, è finita a birra e sake (anche se io mi sono "tenuto").

Bene, alla prossima e ahimè ultima puntata con i resoconti di questo fantastico viaggio!

Intanto eccovi, come al solito, la foto migliore della giornata.



Post a Comment