Saturday, May 4, 2013

Giappone 2013: Himeji e Kobe

Ed eccoci al settimo giorno di viaggio! La mattina ci siamo svegliati più tardi rispetto al solito. Come prima meta avevamo in programma Himeji, che è abbastanza vicina a Kyoto. Siamo arrivati a destinazione verso metà mattinata e, una volta usciti dalla stazione dei treni, ci siamo diretti verso il famosissimo castello, attraversando la lunga via principale della città.




Purtroppo il castello era ancora in fase di restauro (i lavori dovrebbero terminare nel 2015) ma siamo andati lo stesso perché attorno all'edificio è stata costruita una struttura, che è praticamente come un altro palazzo. Dal suo interno si può osservare il castello da pochi metri di distanza, potendo quindi ammirare dettagli come i tetti, da molto vicino, cosa impossibile da fare in condizioni normali.




Sempre all'interno di questa struttura, ci sono ovviamente delle finestre dalle quali si può ammirare e fotografare la città.


Anche il parco attorno al castello è molto famoso, e anche molto grande. Purtroppo i ciliegi già sfioriti non ci hanno permesso di apprezzarlo appieno.



Conclusa la visita al castello, durata decisamente più del previsto, abbiamo pranzato in un localino li vicino e ci siamo poi diretti verso la seconda meta della giornata, Kobe! Una volta giunti alla stazione centrale abbiamo preso un altro treno e siamo scesi a Shin Nagata. A pochi passi dalla stazione abbiamo potuto ammirare una riproduzione del robot Tetsujin 28, alta 18 metri e pesante circa 50 tonnellate. Non sono un appassionato della serie, ma visto che eravamo li, una visita e qualche foto ci sembrava d'obbligo!





Ho letto su internet che il robot è stato costruito nella zona più danneggiata dal famoso terremoto avvenuto nel 1995. E' quindi un simbolo di "rinascita" della città.
Lasciato il robot, siamo tornati verso la zona costiera della città, per visitare il museo del terremoto, ma alcuni imprevisti ci hanno rallentato (prima abbiamo visto un incidente stradale, e poi ci siamo un pò persi...) e siamo arrivati quando il museo era chiuso. Per la cronaca, l'ultimo ingresso era alle 16:30 e noi siamo arrivati alle 16:35...ma i giapponesi su queste cose sono precisi, ed ovviamente non siamo entrati. Siamo quindi tornati indietro, ed abbiamo incontrato una giapponese, amica di Christian, che ci ha fatto visitare China Town, dove abbiamo mangiato anche dei buoni butaman.
Dopo una breve passeggiata siamo arrivati nella zona del porto, dove abbiamo potuto ammirare la torre di Kobe (non ci siamo saliti però).




Tornando indietro, io mi sono fermato a dare uno sguardo dentro ad un negozio di macchine fotografiche, che aveva qualche bel pezzo, ma i prezzi erano un tantino alti. Poi siamo entrati in un elegante ristorante dove abbiamo mangiato uno squisito tonkatsu!
Dopo una bella chiacchierata siamo tornati a Kyoto. Purtroppo siamo arrivati quando gli autobus erano ormai fermi, e siamo quindi saliti su un taxi. Il tassista, un signore di mezza età, stava guardando un episodio di un telefilm (uno di quelli con i samurai, shogun ecc) sul piccolo monitor installato nel cruscotto. Siamo quasi certi di averlo interrotto sul più bello, perché ci ha portati a Gion alla velocità della luce. Mitico!

Bene, al prossimo episodio allora!

Ecco, come al solito, la foto migliore della giornata:


Post a Comment