Friday, May 11, 2012

Giappone - day 8 - Akihabara e Shibuya

Il day 8 prevede la visita in mattinata al parco di Ueno, per poi spostarsi ad Asakusa e da li prendere il traghetto fino ad Odaiba. Il programma viene però scombussolato dalla pioggia, e decidiamo quindi di fare uno scambio tra day 8 e day 9. Ci dirigiamo quindi verso il museo Edo, ma la sfiga vuole che sia chiuso! L'unico altro posto "appetibile" è quindi il museo del sumo. Dopo aver visto l'immancabile negozio pieno di souvenirs a tema (con action figures costosissime!) ci spostiamo in una sala con un sacco di immagini, statue in legno, e perfino una bellissima katana utilizzata da uno lottatore per l'ingresso nel ring. All'interno della sala fa un caldo assurdo, e dopo cinque minuti esco a prendere una boccata d'aria. Finita la visita al museo ci dirigiamo verso l'ingresso della metro con destinazione Akihabara, il paradiso dei nerd, otaku e smanettoni come me :)
Appena fuori dalla stazione ci troviamo subito davanti al Gundam Cafè, mentre a sinistra c'è un locale o una specie di sala eventi dedicata alle AKB-48 (non le conoscete? vergogna! cercate subito su google!). 
A quel punto decidiamo di separarci per girare il quartiere, a tempo indeterminato! Io ed altri tre compagni di viaggio restiamo insieme, e iniziamo a girare tra le vie piene di insegne di ogni tipo.




Dopo qualche minuto di girovagare a vuoto, decidiamo di entrare in uno dei negozi. Una volta varcato l'ingresso ci ritroviamo praticamente circondati da manga di ogni tipo, poi notiamo delle scale e saliamo. Al secondo piano altri manga, poi saliamo ancora e troviamo soundtrack e anime, saliamo ancora e ancora e ancora. Insomma, alla fine ci spariamo sette piani di negozio strapieno di roba. A quel punto capisco di essere fregato, per vedere tutta Akihabara servono altri 15 giorni di ferie! Ad ogni modo, continuiamo a girare e troviamo altri negozi dello stesso tipo, con 6 o 7 piani, e mi porto a casa alcuni souvenirs (poi farò un post apposito anche per quelli).
Su consiglio della nostra guida entriamo nel Gundam Cafè, ordiniamo qualcosa ed io, sempre su consiglio della guida, provo ad andare in bagno. Entro e vedo un cesso tutto colorato, con dietro una specie di testa gigante di un gundam (era un pò stilizzata). Visto che ci sono, mi siedo per vedere se la tazza è riscaldata come al solito, e noto sulla parete alla mia sinistra, la presenza di un pulsante con scritto "start button". Lo premo e si spengono tutte le luci, partono suoni di pistole laser, rumori di movimenti meccanici e quant'altro, e come se non bastasse, si illuminano gli occhi della testa del Gundam dietro di me. Amo il Giappone! :)
Alla fine entriamo anche da Yodobashi (ero già stato in quello di Kyoto ma volevo vedere anche quello di Tokyo) e iniziamo a girare. Anche qui 6 piani di centro commerciale. Faccio un giro veloce nel piano dedicato alle macchine fotografiche e mi drogo un pò guardando una serie di ingranditori super professionali.






Giriamo ancora un pò e decidiamo di tornare al ryokan. Prendiamo nuovamente la metro e dopo uno scambio e due fermate siamo già a destinazione (Akihabara è vicinissima a Hongo Sanchome!). Gli altri decidono di mangiare qualcosa nei pressi del ryokan, ma io ho in mente di andare a Shibuya per fare qualche scatto con il cavalletto, e qualche ripresa con lo steadycam. Dopo una doccia veloce mi vesto, e mi avvio di nuovo verso la metro. Solita storia, linea rossa fino a Ikebukuro, e poi Yamanote line fino a Shibuya. Appena sceso dal treno mi fermo a mangiare una tazza di ramen bollente, e poi mi avvio verso l'incrocio davanti alla stazione. Faccio uno scatto alla statua di Hachiko con l'iphone, e poi monto lo steadycam sulla reflex. Mi diverto non poco a fare riprese attraversando più volte l'incrocio, circondato da una folla di persone. Vengo anche fermato da un americano incuriosito dallo steadycam, e dopo qualche scambio di informazioni, riprendo con la mia attività. (poi vedrete anche le riprese, quando avrò finito di montare il video, ma due secondi li avete già visti nel trailer) Tolgo lo steady, e piazzo la macchina sul cavalletto, in un punto leggermente defilato, in modo da non dare troppo fastidio alle persone. Ecco il risultato con vari scatti da 3/4 secondi di esposizione:


la pioggia stavolta mi ha regalato dei bei riflessi sul manto stradale


altro scatto notturno, senza cavalletto, ma con ISO a 1600

Non pago, decido di attraversare l'incrocio un ultima volta per mangiare qualcosa da Starbucks (si vede anche nelle foto). Faccio per entrare ma mi accorgo che l'ingresso è in comune con Tsutaya, un negozio di musica. Mi viene subito in mente che nella mia wish list c'è anche la voce: "comprare almeno un cd di YUI". Senza pensarci due volte entro e inizio a cercare. Sfortunatamente la maggior parte dei cd sono disposti "a taglio" e non riesco a vedere quindi le copertine. Nonostante tutto sia rigorosamente diviso per generi, ed in ordine alfabetico faccio fatica, ma alla fine trovo un angolino con 6 cd di YUI. Due li avevo già, l'ultimo era già finito...morale? Semplice, compro gli altri 4 e tanti saluti! Pienamente soddisfatto torno al ryokan, ponendo la parola fine anche al day 8. Nel day 9 ci saranno parecchie foto, con Ueno, Asakusa e Odaiba, non perdetevele!



Post a Comment